Otto rappresentanti di sindacati locali e internazionali sono stati arrestati con l’accusa di aver manifestato pacificamente all’esterno del Congresso FIFA alle Mauritius per chiedere alla FIFA di rimettere ai voti l’assegnazione al Qatar dei Mondiali di calcio 2022.

"Abbiamo rispettato la legge, eppure siamo stati arrestati illegalmente solo perché vogliamo che la gente sappia la verità sui record sconcertanti che riguardano i diritti e la sicurezza dei lavoratori in Qatar. L’azione compiuta oggi dalle forze dell’ordine minaccia la democrazia a Mauritius", ha dichiarato Toolsyraj Benedyn, il leader del sindacato locale nonché Vice Presidente dell’Organizzazione regionale africana CSI/ITUC.

In virtù della legge vigente in questo paese, sono consentite solo le manifestazioni pacifiche spontanee cui non partecipino più di 12 manifestanti. Sebbene molta altra gente volesse unirsi alla protesta i tre sindacati, MLC, MTUC e NTUC, avevano deciso di attenersi ai limiti posti dalla legge e di seguire le procedure prestabilite dalla polizia. Nonostante ciò, la polizia ha arrestato le otto persone prima che il corteo della FIFA passasse davanti a loro nel percorso verso la sede del Congresso, accusandole di aver manifestato senza autorizzazione.

"Non sappiamo ancora se quest’azione sia stata compiuta esclusivamente su richiesta della FIFA, o se anche il Qatar abbia usato la sua forza finanziaria per indurre Mauritius a tradire le sue tradizioni democratiche. La FIFA dovrebbe vergognarsi di essere usata come mezzo per esportare le politiche repressive del Qatar nel paese che ospita il suo Congresso", ha dichiarato Sharan Burrow, Segretario Generale della CSI/ITUC. "Chiediamo che le autorità rilascino le otto persone arrestate e ritirino le accuse formulate contro di loro".

L’ultima di una serie di accuse di corruzione nel mondo calcistico ha colpito proprio Mauritius poco prima del Congresso: Dinnanathlall Persunnoo, il presidente della Federazione calcistica nazionale, è stato accusato di essere coinvolto nello scandalo delle partite truccate. Persunnoo ha negato ogni accusa. I delegati al Congresso si stanno occupando delle controversie relative alla trasparenza finanziaria, dei limiti di età per i rappresentanti ufficiali FIFA e della decisione di assegnare al Qatar la Coppa del Mondo.

Prima dell’apertura del Congresso il Presidente della FIFA, Sepp Blatter, ha inaugurato un nuovo campo di calcio in una struttura finanziata dalla FIFA, e la Federazione calcistica nazionale ha ribattezzato la sua sede, ora chiamata "Sepp Blatter Football House".